giovedì 3 maggio 2012

Il mio contributo a Sa Die.

Verso fine febbraio Chine Vaganti è stata contattata dal sindaco del Comune di Serri (CA), Samuele Gaviano: cercava un disegnatore che collaborasse a un progetto del suo comune e, di rimando, della Regione Sardegna. Un progetto legato alla festività de Sa Die de sa Sardigna, giornata importante per noi sardi (per sapere di che si tratta, cliccate pure qua). Il progetto prevedeva una serie di piccoli incontri con i bambini del paese, delle micro lezioni di disegno che avrei gestito nelle vesti di insegnante. Inoltre, il mio compito principale sarebbe stato la realizzazione di un opuscolo illustrato dedicato ai bambini e le famiglie del paese, inerente il percorso dell'autonomia della mia Regione.

Parte del risultato lo vedete qua sotto! Domenica scorsa si è tenuta la conferenza finale a Serri con la presentazione dell'opuscolo "Identidadi e Istòria: s'Autonomia de su Pòpolu Sardu", durante la quale il sindaco ha tessuto le mie lodi in una maniera che pochi hanno mai avuto, ahah! Perciò lo ringrazio tantissimo e, con lui, tutte le persone di Serri che hanno collaborato al progetto. E' stata davvero una bella e interessante esperienza, grazie alla quale ho imparato tanto. Di seguito, vi mostro alcuni disegni dell'opuscolo e qualche foto della serata.

La copertina dell'opuscolo.

La cacciata dei Piemontesi da Cagliari il 28 Aprile 1974,
giornata che da quel momento viene ricordata come Sa Die de Sa  Sardigna!

Giovanni Maria Angioy viene accolto a Sassari con il ruolo di Alternos.

Nel 1820 il re Vittoro Emanuele I emana l'Editto delle Chiudende con il quale
autorizza la chiusura dei terreni comuni con siepi e muri.
Emilio Lussu in Francia.

Nel 948 la Consulta nazionale propone alla Sardegna lo Statuto Speciale.




Jean.